Vacanza a Stoccolma

Prepararsi al viaggio

Il 2017 è stato per me un anno importante, in tutti i campi. A marzo mi laureai e successivamente lasciai il lavoro per dedicarmi al mio progetto, Salumeria Moderna. Era stato un inizio di anno scoppiettante e prima gli studi e poi il lavoro avevano eroso tutto il mio tempo, tant’è vero che arrivai a metà estate senza aver programmato alcun giorno di vacanza. In quella condizione versavano anche i due miei amici, Antonio e l’altro Antonio, Antonio C., che aveva viaggiato per quasi tutta l’Europa ed era esperto di viaggi. L’organizzazione fu rapida, l’esperienza di Antonio C. nel trovare viaggi buoni a poco prezzo si rivelò importante; la scelta quindi ricadde sulla capitale della Svezia, Stoccolma. Partimmo a fine agosto ed alloggiammo in un ostello, il che rese il nostro viaggio ancor più avventuroso.

La città

 

passeggiata a stoccolma quartiere Gamla Stan
Quartiere Gamla Stan

Sicuramente la città risulta molto ordinata (complice anche la scarsa densità di popolazione) e per la sua conformazione geofisica ricorda un po’ Venezia in quanto il centro della città è situato potenzialmente nell’acqua. Il clima era particolarmente umido e intere giornate uggiose ci hanno accompagnato per tutto il viaggio. La città, oltre che per la nota bellezza delle proprie donne, si faceva apprezzare soprattutto per le sue bellezze architettoniche. Il pittoresco centro Gamla Stan ne è un esempio, caratterizzato da strade strette e palazzi colorati al cui interno si erge il Palazzo Reale (Kungliga Slottet) che ormai non è più la residenza ufficiale della famiglia reale ma dove, comunque, al suo interno si celebrano importanti eventi come il cambio di guardia.

 

Esperienze gastronomiche

Mathias Dahlgren

Nei pressi del Gamla Stan c’è il ristorante stellato Mathias Dahlgren, se si vuol mangiare cucina tipica svedese in chiave gourmet.

cevice scandinava
cevice scandinava con rafano,fiori di sambuco e alghe
tartare di carne
Tartare di carne con tartufo,fagioli e semi di lino
filetto di carne affumicato
filetto di carne affumicato con carote,peperoncino e aceto balsamico

Il posto è ubicato all’interno di un hotel, è molto elegante e presenta un evidente arredamento svedese. La scelta non fu casuale, infatti decidemmo di fermarci in questo ristorante proprio per assaggiare la cucina tipica del posto (era difficile trovarla per le strade di Stoccolma, gli angoli delle strade pullulavano di venditori di hot-dog). Io e Antonio decidemmo di provare come antipasto una tartare con tartufo, semi di lino e fagioli.Le portate principali erano una ceviche scandinava con rafano, fiori di sambuco e alghe e un filetto scottato, leggermente affumicato, con carote, peperoncino e aceto balsamico;il tutto accompagnato da un Bourgogne Rouge del 2015. Fu più di un semplice pasto, fu un’esperienza di colori, profumi e sapori senza pari.

Il mercato centrale

A Stoccolma come in molte altre città europee ( come ad esempio Madrid) , esiste un mercato coperto, Ostermalm Saluhall dove si possono consumare prodottitipici a costi più contenuti rispetto a un ristorante.

Il Saluhall per noi, era una tappa fissa a pranzo perché si potevano mangiare veramente tante specialità. In ambito culinario il pesce è il principale ingrediente utilizzato, infatti le vetrine del mercato Saluhall erano ricche di salmone, aringhe, gamberi e astici; in versione fresco, marinato o affumicato.Le portate principali erano sempre accompagnato da riso in bianco e verdure di ogni tipo. Ovviamente, da buon salumiere, focalizzai l’attenzione sui salumi tipici, che sono prevalentemente di selvaggina,come il prosciutto e il salame di Alce,Cervo ed Orso.I salumi in questione,nonostante avessero una piccola percentuale di maiale(che li rende più  morbidi)avevano un sapore molto intenso;quelli di orso rispetto agli altri erano più dolciastri.

Salumi di alce
Vetrina espositiva formaggi
Salumi di selvaggina

 La cosa che più mi sorprese fu vedere le tante vetrine con formaggi in esposizione, non pensavo che in Svezia ce ne fossero così tante varietà. I formaggi erano quasi tutti di latte vaccino ed il più rappresentativo di questi era lo Svecia, formaggio a pasta semidura di latte vaccino di medio-bassa persistenza gustativa. 

Cultura

Stoccolma, presenta numerose attività ricreative.Il centro di sera soprattutto nel weekend si anima di tanti locali serali in cui c’è musica e dove si può sorseggiare un buon cocktail.

In estate sono molti i concerti gratis all’aperto nei parchi,  soprattutto sull’isola di Sodermalm .

Torre di Eriks Gondolen
torre di Eriks Gondolen

Inoltre sull’isola,si erge la torre Eriks Gondolen, alta circa quaranta metri e dove si può godere(soprattutto al tramonto) di una vista spettacolare su tutta la città.

Sono tanti anche i musei ed alcuni di essi è possibile visitarli gratis come il museo di arte moderna (Moderna Museet) al cui interno vi sono collezioni di pittori celebri come Picasso, Matisse e Dalì. La città ha una forte incidenza culturale, come detto sopra è ricca di musei e al centro, precisamente in piazza Hotorgetll si erge il palazzo dove ogni anno viene consegnato dal re il premio nobel .

Vasamuseet
a poppa del Vasa

Un’attrazione sicuramente da non perdere a Stoccolma è il Vasamuseet che si trova a Djurgarden, al cui interno si trova il vascello più antico d’Europa, il Vasa.

La nave ha dimensioni notevoli, ragion per cui l’esposizione completa è possibile vederla salendo tre piani e su ognuno di essi sono esibiti i resti dei marinai dello sfortunato vascello, che affondò al largo della costa svedese poco dopo aver salpato.  

Il viaggio si concluse agli inizi di settembre , fu rinvigorente e questo mi permise di affrontare l’apertura di Salumeria Moderna con maggiore freschezza e lucidità!

….alla prossima esperienza gastronomica!

Scrivi un commento

Your email address will not be published.